Elezioni

Da Trieste a Palermo, i dottorandi scelgono ADI

Da Trieste a Palermo i dottorandi scelgono di nuovo ADI

Nelle scorse settimane si sono svolte elezioni per il rinnovo delle rappresentanze dei dottorandi in diverse università, dal Sud al Nord del Paese. Negli atenei dove è presente con le sue sedi locali, ADI ha ottenuto una straordinaria serie di successi.

Oggi festeggiamo da Trieste fino a Palermo, da domani si torna al lavoro con l’onore e l’onere di rappresentare migliaia di colleghi che hanno deciso di riporre la loro fiducia in ADI. Noi ci siamo!

A "Tor Vergata" i colleghi premiano ADI

A "Tor Vergata" i colleghi premiano ADI

Nelle recenti elezioni di aprile per il rinnovo della rappresentanza dei dottorandi dei consigli di dipartimento della Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Roma "Tor Vergata", ADI Roma ha presentato tre candidati ai Consigli di Dipartimento della Facoltà di Lettere.

Da parte dei dottorandi è emersa netta la volontà di partecipare alla vita democratica dell'ateneo ed essere rappresentati da chi da anni si impegna con serietà nella tutela dei diritti dei dottorandi: ADI Roma ha infatti eletto ben tre rappresentanti su un totale di quattro seggi.

Matteo Piolatto eletto al CNSU. La straordinaria vittoria di chi non rinuncia a lottare

Con 1.387 voti, corrispondenti al 77% dei consensi, Matteo Piolatto è stato eletto rappresentante dei dottorandi nel Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari.

Si tratta di una bellissima vittoria, frutto dell’impegno e del consenso di tutti quei dottorandi che nonostante prospettive sempre più incerte, nonostante la mancanza di tutele e di riconoscimento per il loro ruolo, nonostante il permanere di intollerabili ingiustizie hanno scelto di dire attraverso il voto: “Noi ci siamo e non rinunceremo al nostro futuro, non rinunceremo a lottare per dare dignità al lavoro e al mondo che amiamo: alla Ricerca e all’Università”.

Lo hanno fatto con una forza straordinaria e inedita. In oltre 10 anni, infatti, mai un rappresentante dei dottorandi in CNSU era stato eletto con così tanti voti – 513 voti nel 20041.065 voti nel 2007963 voti nel 2010880 voti nel 2013. Il risultato assume una valenza storica non solo in quanto primato, ma perché ottenuto a dispetto della significativa contrazione del numero complessivo dei dottorandi presenti nelle università italiana, effetto dei tagli della Legge 133/2008 e dei vincoli previsti dalla Nota MIUR 436/2014.

Rappresentanti in Senato accademico: i dottorandi scelgono l’ADI da Verona a Palermo

Chiara Amadori (ADI Pavia), Giovanni Comazzetto (ADI Padova), Annalisa Contato (ADI Palermo), Diletta Danieli (ADI Verona) e Michela Del Pasqua (ADI Lecce)  sono stati eletti rappresentanti dei dottorandi nei senati accademici di, rispettivamente, Università di Pavia, Università di Padova, Università di Palermo, Università di Verona e Università del Salento.

Negli atenei del Nord come in quelli del Sud Italia, i dottorandi – e assegnisti di ricerca, nel caso dell’Università di Palermo – hanno ancora una volta riconosciuto nell’ADI una forza in grado di portare la loro voce nelle sedi istituzionali in cui si prendono decisioni chiave per il loro percorso accademico e biografico.