DIS-COLL

DIS-COLL: dopo la borsa c’è vita!

DIS-COLL: dopo la borsa c’è vita!

L’anno accademico è cominciato da poco, ma per un gran numero di dottorandi coincide con un momento decisamente spiacevole dal punto di vista finanziario: la fine della percezione della borsa di studio di dottorato. Ma grazie alla vittoriosa campagna di ADI, dal primo luglio 2017 l’indennità di disoccupazione DIS-COLL è stata estesa anche a dottorandi borsisti e assegnisti di ricerca.

Oggi siamo lieti di mettere a disposizione gratuitamente a tutti coloro che ne hanno bisogno una guida a cui hanno lavorato i nostri militanti: la guida completa alla DIS-COLL.

DIS-COLL, illegittima la richiesta del modulo UNILAV per il dottorato da parte dell'INPS

DIS-COLL, illegittima la richiesta del modello UNILAV da parte dell'INPS

Nelle scorse settimane molti colleghi ci hanno segnalato difficoltà nell'accoglimento della domanda per il sussidio di disoccupazione DIS-COLL al termine del loro percorso di dottorato. Sono infatti molti gli uffici INPS che bocciano o "parcheggiano" la domanda a causa dell'assenza della certificazione prevista dal Decreto Legge 510/1996, art.9-bis comma 2, il cosidetto modulo UNILAV. Con tale modulo l'Università dovrebbe dichiarare all'INPS la cessazione del rapporto di lavoro instaurato con il dottorando o l'assegnista di ricerca. Gli uffici universitari, tuttavia, non rilasciano il modulo UNILAV al termine del percorso di dottorato di ricerca.

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla DIS-COLL, ma non avete mai osato chiedere

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla DIS-COLL, e non avete mai osato chiedere

A partire da oggi è disponibile sul sito ADI una guida alla DIS-COLL, il sussidio di disoccupazione mensile destinato ai collaboratori coordinati e continuativi, anche a progetto, che abbiano perduto involontariamente la propria occupazione.

A partire dallo scorso 1° luglio, grazie alle campagne #perchénoino? e #ricercaèlavoro, portate avanti con costanza e caparbietà da ADI e FLC-CGIL nel corso degli ultimi due anni, la DIS-COLL è stata estesa anche ai dottorandi borsisti e agli assegnisti di ricerca. Da luglio, quindi è possibile usufruire di un sussidio della durata massima di sei mesi per far fronte all'estrema precarietà dei contratti lavorativi nel settore universitario.

Tutto quello che avreste voluto sapere sulla DIS-COLL* (*ma non avete mai osato chiedere)

In questa sezione puoi accedere a "Tutto quello che avreste voluto sapere sulla DIS-COLL* (*e non avete mai osato chiedere)", la guida completa alla DIS-COLL riservata ai soci ADI.

La guida sarà aggiornata periodicamente, tenendo conto delle segnalazioni dei soci e dei simpatizzanti dell'ADI in merito alle proprie esperienze nella richiesta della DIS-COLL. Segnaleremo ogni modifica alla guida qui su questa pagina. Tienila d'occhio costantemente per essere aggiornato!

DIS-COLL, l'INPS aggiorni gli uffici

DIS-COLL, l'INPS aggiorni gli uffici

Negli scorsi giorni numerosi colleghi ci hanno scritto per segnalarci il respingimento delle loro domande per usufruire del sussidio di disoccupazione DIS-COLL previsto dalla legge 81/2017 per dottorandi borsisti e assegnisti di ricerca. Dopo una serie di avventurose escursioni presso alcuni uffici dell'INPS, abbiamo purtroppo riscontrato una preoccupante ignoranza delle ultime normative di legge e della stessa circolare INPS n.115, che detta norme e modalità per l'accesso alla DIS-COLL da parte dei precari della ricerca.

Pagine