DIS-COLL

ADI Catania scrive ai candidati al rettorato

Il prossimo febbraio si terrà la prima votazione della tornata elettorale che porterà l'Università di Catania a designare il suo prossimo rettore. I candidati alla carica di Magnifico sono tre: Francesco Basile, Filippo Drago e Enrico Foti.

La sede ADI di Catania, recentemente ricostituita, ha inviato ai tre candidati una lettera aperta a nome di tutti i dottorandi, gli assegnisti ed il personale non strutturato, in cui chiede un confronto aperto sui temi del dottorato, del pre-ruolo, e del futuro dell'ateneo catanese.

Poletti colpisce ancora! Jobs Act, DIS-COLL e precarietà: queste le opportunità per giovani qualificati nel nostro paese?

Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi.

L’ha detto ieri Giuliano Poletti, Ministro del Lavoro. La dichiarazione prosegue una tradizione già onorata da numerosi Ministri della Repubblica, quella del disprezzo verso i cittadini più giovani del nostro paese, in particolare verso coloro che investono nella formazione, che ambiscono ad un lavoro in linea con i propri studi, che vogliono fare ricerca.

Anche il CNSU chiede l'estensione della DIS-COLL a dottorandi, borsisti e assegnisti di ricerca

Il Consiglio Nazionale degli Studenti Universitari (CNSU), nell'adunanza del 2-3 marzo, ha approvato all'unanimità una mozione con cui si richiede al Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca di farsi promotore presso il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali di un'estensione della DIS-COLL ai dottorandi, borsisti e assegnisti di ricerca. La mozione è stata presentata dall'ADI attraverso il suo rappresentante in CNSU, Giuseppe Montalbano.

Dai 700 ai 900 euro al mese per 6 mesi: l'indennità per dottori di ricerca e assegnisti in caso di estensione della DIS-COLL

Dai 700 ai 900 euro al mese per 6 mesi: a tanto ammonterebbe, in base ai nostri calcoli, l'indennità di disoccupazione per neo dottori di ricerca e assegnisti in caso di estensione della DIS-COLL. 

Si tratta di importi che consentirebbero a neo dottori e assegnisti di cercare con maggiore serenità un'occupazione che valorizzi le competenze acquisite durante il percorso universitario, di concludere le ricerche svolte negli anni precedenti, di focalizzarsi sulla preparazione per il prossimo passo della carriera... insomma di poter contare su un ammortizzare minimo per affrontare i rischi del precariato.  

Pagine