diritti

Quando l’Università pensa sé stessa. Riflessioni su etica, cultura, legalità

corruzione-universita

La grande eco suscitata dall’inchiesta dell’autunno del 2017, che aveva coinvolto larga parte dei docenti di diritto tributario degli atenei italiani, si è sopita tanto rapidamente quanto si era levata. Eppure i fattori capaci di inquinare la ricerca scientifica sono molteplici, come ha dimostrato il convegno organizzato a fine novembre da ADI Genova dal titolo “Quando l’università pensa sé stessa. Riflessioni su etica, cultura, legalità”. Puoi scaricare e leggere gli atti del convegno su dottorato.it.

Caso Dell'Aria: No alla sospensione della docente

docente-palermo-sospesa

Abbiamo appreso con sconcerto e preoccupazione la notizia di questi giorni della sospensione dal servizio di una docente di un istituto superiore di Palermo, Rosa Maria Dell'Aria, ritenuta colpevole di mancata vigilanza perché i suoi alunni hanno preparato un lavoro di gruppo in cui il decreto sicurezza veniva accostato alle leggi razziali. Rifiutiamo l’idea che un insegnante possa e debba esercitare un controllo sulle opinioni degli alunni e chiediamo il ritirmo della sanzione.

Whistleblowing: anche per dottorandi e precari della ricerca sarà più facile denunciare illeciti sul posto di lavoro

whistleblowing-universita

La Direttiva UE sul whistleblowing, che rafforza la protezione di chi segnala un illecito all’interno del proprio ambiente di lavoro, riguarda anche dottorandi e ricercatori. L’ADI chiede da tempo l’estensione della normativa al settore universitario e accoglie quindi molto positivamente la notizia. Siamo inoltre disponibili a fornire elementi utili a tradurre la direttiva in uno strumento efficace per la tutela di tutte le categorie accademiche fino ad oggi escluse dalla normativa nazionale.

Bussetti a Verona: chiediamo dimissioni subito

congresso-famiglie-verona

Il Ministro dell'Istruzione Marco Bussetti partecipertà oggi a Verona al contestato Congresso mondiale delle famiglie. Come il Ministro dovrebbe sapere, le discriminazioni costituiscono una triste realtà anche nell’Università e nel mondo dell’Istruzione. Chi rappresenta questo mondo dovrebbe comprendere meglio di chiunque altro che partecipare a iniziative simili ha l’effetto di legittimare e diffondere la cultura dell’intolleranza contro cui combattiamo ogni giorno nelle scuole e nelle università. 

L(')Otto tutto l’anno: dentro e fuori la Ricerca, unite e uniti contro le discriminazioni di genere

sciopero-8-marzo

L’ADI è quotidianamente impegnata con le proprie azioni e le proprie proposte politiche nella lotta contro le discriminazioni di genere e per realizzare il sogno di una società libera e realmente anti-sessista. Per queste ragioni la nostra associazione prenderà parte alla terza giornata dello sciopero femminista indetta per l’8 marzo da Non Una di Meno.

Pagine