Giulio Regeni

Amnesty International Ancona e ADI Ancona: verità per Giulio Regeni

Amnesty International Ancona e ADI Ancona rilanciano l’appello perché non cali il silenzio sulla morte di Giulio Regeni, giovane ricercatore italiano ucciso in Egitto.

Con la collaborazione dell’Università Politecnica delle Marche e con l’adesione del Consiglio Studentesco, sulla facciata del Rettorato in piazza Roma venerdì è stato esposto uno striscione giallo con la scritta “Verità per Giulio Regeni”, donato dal gruppo Amnesty International di Ancona.

Giulio, la parte migliore di noi

Giulio Regeni era uno di noi, noi che abbiamo fatto della ricerca della conoscenza la nostra stella polare.

Certo, non abbiamo la presunzione di pensare che appartenga solo al nostro mondo. Nella sua generosa e profonda passione per la ricerca e per la politica Giulio ha attraversato tanti mondi, ognuno dei quali, in questi giorni, gli ha reso omaggio. Anche quando ciò comportava possibili rischi per le persone che lo facevano. “Giulio era uno di noi” si leggeva sui cartelli degli attivisti e dei rappresentanti dei sindacati indipendenti egiziani che il 6 febbraio hanno dato vita a un sorvegliatissimo sit in sotto l’Ambasciata italiana al Cairo. E ancora tra quei cartelli campeggiava la scritta, in italiano e in arabo, “Per Giulio, per l’Egitto”.

Pagine