reclutamento

#ricercatorideterminati: costruiamo dal basso la riforma del sistema di reclutamento!

Siamo assegniste e assegnisti, ricercatrici e ricercatori precari, dottorande e dottorandi che da anni si battono per mettere fine allo sfruttamento del proprio lavoro e per riconquistare un futuro in grado di ridare dignità alle nostre aspettative e al ruolo dell’Università pubblica nel nostro Paese. Vogliamo riprendere la parola sulle nostre vite e su quel sistema della formazione e della ricerca che facciamo vivere col nostro lavoro e la nostra passione per la ricerca.

Cattedra Natta: i 500 "eccezionali" e il futuro dell'università italiana

"Davvero, non meritavo tutto questo."

La creazione del “Fondo per le Cattedre Universitarie del Merito Giulio Natta” ha ben poco di meritorio. Presentato come piano straordinario per il rientro dei “cervelli in fuga”, il provvedimento avrà un impatto irrisorio sulla reintegrazione del personale docente, falcidiato dai tagli degli scorsi anni. Inoltre non eviterà l’espulsione dal sistema universitario di migliaia di ricercatori precari: il 93.5% di loro, infatti, continuerà a non avere alcuna speranza di ottenere un contratto a tempo indeterminato (dati VI Indagine ADI). Infine renderà le procedure di reclutamento universitario sempre più inique e poco trasparenti. L’ADI si oppone dunque con forza all’ennesima misura eccezionale, che ancora una volta lascia irrisolti i principali problemi strutturali dell’università italiana.

Reclutamento e futuro della Ricerca - Roma 28 aprile 2016

Giovedì 28 aprile 2016, a Roma, presso l’Hotel Nazionale a Piazza Montecitorio, si terrà l'incontro "Reclutamento e futuro della Ricerca", organizzato dall'ADI - Associazione Dottorandi e Dottori di Ricerca Italiani e da FLC CGIL, CRNSU, LINK e Rete 29 Aprile a Roma. L'incontro, che avrà inizio alle ore 14.00, è finalizzato all'apertura di un confronto pubblico con le forze politiche e con i parlamentari di Camera e Senato sulle diverse proposte di riforma del pre-ruolo e del reclutamento accademico, in vista della ripresa dei lavori sul DDL Pagliari.

Pagine