dottorato

Linee guida per l'accreditamento dei corsi di dottorato: ancora un'occasione perduta

Venerdì 14 aprile il MIUR ha emanato, con la nota n. 11677/2017 le nuove “Linee guida per l'accreditamento dei corsi di dottorato. Con le nuove linee guida, stilate su indicazioni dell'ANVUR e tenendo conto del Piano Nazionale della Ricerca 2015-2020, del PON Ricerca 2014-2020 e della VQR 2011-2014, il MIUR si pone l'obiettivo di “garantire alle dottorande e ai dottorandi un ambiente di ricerca fertile e qualificato, grazie a un Collegio dei docenti d’eccellenza, strutture adeguate, una dimensione di confronto internazionale e occasioni di mobilità.” (dal comunicato stampa del MIUR)

Valorizzazione del dottorato nell'insegnamento: l'ADI sul parere della Commissione Cultura della Camera

Il 16 marzo 2017 la VII Commissione della Camera ha elaborato il parere sulla delega della "Buona Scuola" relativa al riordino, adeguamento e semplificazione del sistema di formazione iniziale e di accesso nei ruoli di docenti della scuola secondaria. Negli scorsi mesi l’ADI aveva sottoposto ai membri della Commissione una serie di proposte puntuali volte a valorizzare il titolo di dottore di ricerca e a facilitare l’accesso dei giovani ricercatori all’insegnamento nella scuola.

Dottorati innovativi e dove (non) trovarli

Come la valigia del mago Newt Scamander, protagonista dell’ultima fatica letteraria di J. K. Rowling, la fantasia dei burocrati del MIUR non cessa di produrre incredibili animali fantastici. L’ultimo di essi, in ordine di tempo, è il disciplinare attuativo del Piano Dottorati Innovativi che, oltre a contraddire precedenti provvedimenti dello stesso Ministero, sembrerebbe presupporre per i dottorandi la possibilità di viaggiare nel tempo.

Il piano prende il via con il Decreto Direttoriale 1540/2016 del MIUR, e prevede il finanziamento di borse di dottorato di ricerca di durata triennale, con l’obbligo di un periodo di formazione presso imprese e all'estero, per qualificare "in senso industriale" le proprie esperienze formative e di ricerca. L’obiettivo del piano è quello di generare ricadute positive sul tessuto produttivo ed occupazionale delle Regioni interessate dal programma (Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia).

ADI e FLC-CGIL incontrano i vertici del MIUR su DIS-COLL, reclutamento e riforma del pre-ruolo

Ieri, martedì 7 Marzo, il segretario generale della FLC-CGIL, Francesco Sinopoli, e il segretario nazionale dell’ADI, Giuseppe Montalbano, sono stati ricevuti dal direttore generale del Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca, Marco Mancini, dal capo di gabinetto Sabrina Bono e dal consigliere Andrea Giorgio. L’incontro è stato incentrato sulle criticità presenti nell’estensione della DIS-COLL a dottorandi e assegnisti di ricerca, sulla necessità e urgenza di un piano di reclutamento straordinario di RTDb e sulla proposta di riforma strutturale del pre-ruolo avanzata dalle due organizzazioni.

8 marzo: tutti i generi di parità

 

Le donne rappresentano una parte qualitativamente e numericamente sempre più importante nel sistema universitario italiano e degli enti di ricerca del nostro paese. Nonostante molto si sia fatto e si continui a fare per garantire alle donne gli stessi diritti degli uomini, permangono importanti distanze e disparità tra i generi rispetto alle condizioni lavorative e alle possibilità di carriera.

Pagine