postdoc

Campagna di tesseramento 2020 - «De' remi facemmo ali al folle volo»

campagna-tesseramento-adi-2020

Oggi 27 settembre, nella duplice occasione dello Sciopero Mondiale per il Clima e della Notte europea dei ricercatori, ADI lancia la nuova campagna di tesseramento per l’anno 2020. Per la grafica di quest’anno abbiamo scelto di abbinare la celebre "Grande onda di Kanagawa” di Hokusai ad una frase che l’Ulisse di Dante pronuncia nel XXVI canto dell’Inferno.

I miliardi di Fioramonti

fioramonti-ministro

L’ADI fa le proprie congratulazioni a Lorenzo Fioramonti per la sua nomina a Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Oltre al nostro augurio di buon lavoro, riteniamo opportuno ricordare tutte le promesse fatte da viceministro nel governo uscente e le più recenti sul finanziamento di università, scuola e ricerca. Ci auguriamo che alle parole seguano i fatti. I ricercatori, gli studenti e tutte le figure precarie dell'università e della scuola non possono più attendere.

Proposta Verducci sul reclutamento universitario: un primo passo nella giusta direzione

proposta-verducci-universita

Dopo le campagne portate avanti dall'ADI, il tema del dottorato e della riforma del postdoc sta destando sempre più attenzione tra gli scranni del Parlamento. Infatti, dopo la proposta firmata da alcuni parlamentari del Movimento 5 Stelle (che abbiamo commentato qui), anche alcuni parlamentari del Partito Democratico hanno presentato un disegno di legge sul tema a prima firma del Sen. Francesco Verducci che, nei fatti, riprende lo spirito della campagna Ricercatori Determinati.

Reclutamento universitario: il parere dell’ADI sui ddl Torto e Melicchio

Il precariato nelle università è ormai riconosciuto come uno degli elementi di maggior criticità del sistema accademico italiano e nel corso dell’ultimo anno è più volte riemersa l’intenzione, da parte delle forze politiche, di affrontare questo tema. Pubblichiamo il parere dell’ADI sui disegni di legge Torto e Melicchio, commento ospitato anche su roars.it.

Un'Università senza ricercatori

adi-jacobin

Tra tagli ai fondi e contratti precari discontinui, la carriera universitaria sta diventando sempre più un privilegio per i pochi che possono permetterselo. Il ritorno di pulsioni autonomiste peggiora solo le cose, soprattutto per le università del Mezzogiorno. Ne abbiamo scritto su Jacobin Italia, nell'articolo Un'Università senza ricercatori.

Pagine